Kung Fu Taijiquan Chen

SCUOLA DI ARTI MARZIALI TRADIZIONALI

I SHEN CHIA

la tua scuola di arti marziali dal 1998

Kung Fu Taijiquan Chen

Lo stile Chen è ritenuto la forma più antica del Taijiquan, originaria del villaggio di Chenjiagou (Henan, Cina).

Si fonda sui principi del Libro dei Cambiamenti (易經 Yì Jing), sulla teoria dello Yin e dello Yang, e sulla filosofia taoista. Combina lo studio delle arti marziali tradizionali, la conoscenza del movimento e la teoria medica tradizionale cinese.

Conosciuto in tutto il mondo per i suoi movimenti lenti, fluidi, continui e armoniosi che favoriscono l’accumulo e la corretta circolazione dell’energia vitale, il Taijiquan è considerato anche un tipo di meditazione in movimento, che consente al praticante di ricercare e rinnovare un continuo equilibrio fra mente, corpo e spirito e lo aiuta a mantenere e rafforzare la propria condizione di salute psico-fisica; esercizio di “lunga vita” per eccellenza e può essere praticato a tutte le età, sia dai giovani che dagli anziani, traendone grandi benefici.

Lo stile Chen del Taijiquan è caratterizzato da movimenti morbidi e spiraleggianti, espressione di uno stato di quiete mentale, e da esplosioni di forza, repentine, inaspettate e potenti allo stesso tempo, in un’alternanza di movimenti lenti e veloci, la cui esecuzione favorisce il benessere psicofisico e l’esercizio delle pratiche marziali.

Praticato in maniera appropriata e con serio impegno, rappresenta un efficace e sofisticato mezzo di autodifesa che, in accordo con i principi della filosofia taoista, insegna a usare la morbidezza per sconfiggere la forza rigida.

La nostra scuola, ITKA, attraverso l’infaticabile insegnamento del Direttore Tecnico, M° Gianfranco Pace, propone approcci diversi e complementari allo studio del Taijiquan:

-Taijiquan classico, che comprende lo studio delle forme a mani nude e con le armi, il lavoro in coppia e lo studio delle applicazioni marziali delle forme;

-Qi Gong, lavoro di conduzione del soffio vitale attraverso il corpo tramite il concetto di connessione strutturale, energetica ed universale, dove I movimenti eseguiti sono rilasciati, continui e armoniosi, con effetti benefici sulla mente e sul corpo del praticante.

-Kungfu di Chenjiagou, la cui pratica coniuga l’aspetto introspettivo del Taijiquan con le esigenze fisiche e dinamiche degli allievi che, attraverso il “duro lavoro” (Kung fu) e una equilibrata disciplina imparano il rispetto per se stessi e per gli altri. Il programma proposto, oltre ad avvicinare bambini e ragazzi alla pratica di questa arte, interessa praticanti adulti che trovano in esso un sistema utile ed efficace per comprendere l’aspetto marziale del Taijiquan.